Nascondere la calvizie: la TricoPigmentazione

Perdere i capelli non piace a nessuno, ma purtroppo si tratta di un evento non raro, che può capitare chiunque. In linea generale sono gli uomini i più colpiti, ma anche le donne possono perdere i capelli, solitamente nei primi tempi della menopausa, o anche in situazioni di forte stress.

Esistono varie soluzioni alla calvizie, totale o parziale; una di queste è la TricoPigmentazione. Si tratta di un metodo estetico del tutto nuovo, che risolve il problema della perdita dei capelli utilizzando le tecniche del tutto semipermanente.

Cosa si intende per trucco semipermanente

Il trucco semi permanente può essere assimilato al tatuaggio. Si tratta di immettere pigmenti al di sotto dei primi strati cutanei, in modo da migliorare l’aspetto estetico della pelle. Per il trucco semi permanente si usano strumenti simili a quelli del tatuatore, quindi un macchinario che consente, tramite l’utilizzo di aghi sottilissimi, di introdurre il pigmento sotto pelle.

Per il trucco però i pigmenti, di elevata qualità, si introducono più superficialmente; questo consente all’organismo di riassorbirli progressivamente. In pratica il colore va a enfatizzare alcuni particolari del viso, ad esempio la linea delle ciglia o le sopracciglia, o anche il colore delle labbra, in modo del tutto naturale.

La trico pigmentazione: che cos’è

Similmente al trucco semipermanente, la tricopigmentazione utilizza strumenti simili a quelli del tatuatore per tingere il cuoio capelluto. L’esperto si occupa di ridisegnare sul cuoio capelluto i capelli che sono stati persi, inserendo il pigmento nella cute. Il risultato è molto naturale e si può utilizzare in vari ambiti, sia per chi ha perso i capelli in ampie zone della testa, sia nei casi di diradamento a qualsiasi livello.

Il colore viene scelto considerando quello dei capelli e consente di far sembrare la chioma più folta e priva di lacune. Ovviamente più i capelli sono corti e migliore è il risultato; la tricopigmentazione però conferisce un risultato naturale e piacevole anche sulla chioma lunga.

Quanto dura

Quando ci si fa tatuare un disegno su una qualsiasi parte del corpo i pigmenti sono inseriti a grande profondità nel derma. Questo permette al tatuaggio di permanere sulla pelle ben visibile per sempre; certo, con il passare degli anni l’organismo riassorbe una parte del pigmento presente, ma una elevata quantità rimane in sere. Il tatuaggio tende a sbiadire, ma non scomparirà mai, se non dopo un certo numero di appositi trattamenti con apparecchiature dedicate.

Quando si pratica la tricopigmentazione invece il pigmento è inserito a una minore profondità; quindi il corpo ha la possibilità di riassorbire progressivamente il colore. Di fatto quindi i piccoli puntini che rendono otticamente più folta la chioma tendono a scomparire nel corso dei mesi. Non sono eliminati rapidamente o in modo repentino, ma sbiadiscono in modo lento, fino a scomparire completamente. Chi desidera eliminare il risultato deve quindi attendere, senza fare altro.

Tricopigmentazione permanente

Per rendere permanente l’effetto della tricopigmentazione è sufficiente ripetere periodicamente l’applicazione del pigmento sotto cutaneo. Chiaramente le sessioni successive non si prolungano nel tempo quanto la prima: l’esperto va infatti a colmare alcune lacune dei puntini, senza applicarne di nuovi. Anche il costo dei trattamenti successivi è quindi inferiore, pur consentendo di mantenere l’effetto estetico sempre perfetto, come appena effettuato.

Questo tipo di trattamento dura circa un anno, o anche un anno e mezzo, a seconda dei casi. L’organismo umano infatti reagisce in modo diverso all’applicazione del pigmento, in alcuni soggetti si ha uno scolorimento più lento rispetto che in altri. Si può effettuare questo trattamento anche prima o dopo un trapianto di capelli, in modo da rendere più naturale l’effetto finale, senza che sia un repentino stravolgimento del proprio aspetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca
Categorie
dieta&bellezza su facebook dieta&bellezza su bloglovin dieta&bellezza su twitter
Copyright © 2007-2020 Dieta&Bellezza. All Rights Reserved.