Frullati: i benefici e come farli

Un buon frullato con frutta di stagione è quanto di più salutare si possa preparare in cucina. Basta scegliere la combinazione di frutta preferita e frullarla rapidamente per evitare di perdere le vitamine essenziali contenute nella frutta. Molte vitamine infatti sono difficili da prelevare dal cibo, in quanto il nostro organismo non riesce a “catturarle” completamente.

Utilizzare un frullatore invece consente di spezzare buona parte delle cellule della frutta, rendendo assimilabili vitamine e sali minerali. Conviene però ricordare che durante le operazioni di preparazione buona parte delle proteine tende ad ossidarsi.

Come preparare un frullato salutare

Un frullato è un preparato di frutta fresca finemente emulsionato, in modo da creare una consistenza cremosa e piacevole. Per fare in modo che tutte le vitamine e i sali minerali contenuti nella frutta siano disponibili è importante usare un buon frullatore che consenta di dare vita al preparato impiegando tempistiche brevi.

Oltre a questo, oggi sono disponibili in commercio frullatori che consentono di frullare mantenendo il contenitore sottovuoto quindi senza presenza di aria. Il risultato è sorprendente, da alcune ricerche è risultato infatti che l’assenza di aria durante le operazioni di frullaggio consente di mantenere fino a 3 volte più vitamine nel frullato risultante.

Visto che consumiamo la frutta proprio per assumere più vitamine, si tratta di un’opportunità da cogliere al volo. Di più, i frullati ottenuti con questo tipo di frullatore mantengono le vitamine al loro interno più a lungo nel tempo, fino a 2-3 giorni se conservati in frigorifero.

Perché preparare un frullato

Esiste la radicata opinione che sia possibile assumere tutti i benefici della frutta solo se si consuma intera, a grandi morsi. In realtà molti dei sali minerali e delle vitamine presenti nella frutta sono racchiusi nelle cellule che non sempre si “rompono” durante la masticazione e la conseguente digestione. Per quanto riguarda molte varietà di frutta frullarne la polpa libera una elevata percentuale delle vitamine e dei sali minerali in essa contenuti, rendendoli più facili da assimilare da parte del nostro organismo.

Il problema sta nel fatto che dopo essere state liberate molte vitamine si ossidano a contatto con l’aria. Ecco perché avere a disposizione un frullatore sottovuoto consente di aumentare la percentuale di vitamine e di sali minerali assunti con la dieta quotidiana, attraverso il consumo di frullati buoni e salutari.

I frullati per chi non ama la frutta

Un altro motivo per cui i frullati sono assai consigliati riguarda coloro che non amano la frutta. Spesso bambini e adulti che non mangiano frutta lo fanno perché non ne amano la consistenza. Preparare a chi non ama la frutta un bel frullato consente di aumentare in modo importante il quantitativo di frutta consumato nel corso della giornata.

In più volendo si possono mescolare frutti non particolarmente graditi con frutti apprezzati. Ad esempio, chi non ama le pere o i kiwi li gusterà senza problemi in un frullato con aggiunta di fragole che hanno un sapore prevalente sugli altri frutti.

Post in collaborazione con Philips

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca
Categorie
dieta&bellezza su facebook dieta&bellezza su bloglovin dieta&bellezza su twitter
Copyright © 2007-2019 Dieta&Bellezza. All Rights Reserved.