Speciale Maternità: Si Possono Fare le Tinte per Capelli in Gravidanza?

maternità e gravidanza, benessere, donne incinte,

Tinta per capelli e gravidanza: che fare? Colorare i capelli durante la gravidanza è pericoloso per il feto? Le sostanze presenti nelle tinte per capelli penetrano nell’organismo? E i colpi di sole sono permessi?

I dubbi sulle colorazioni chimiche durante la gestazione sono davvero tanti, e spesso le risposte sono discordanti. Se anche tu hai dubbi in merito leggi questo articolo per chiarirti le idee e capire cosa fare dei tuoi capelli in gravidanza.

Tinta in Gravidanza: Sì o No?

maternità e gravidanza,benessere,donne incinte,capelli,colore capelli,tinta capelli,tinte per capelli

Cosa Contengono le Tinte per Capelli

Le tinte per capelli sono un vero e proprio concentrato di sostanze chimiche, come ammoniaca, resorcina, m-fenilendiamina, o-aminofenolosono. Si tratta di ingredienti particolarmente strong, ma che in condizione normale non sono nocivi e possono al massimo causare allergie.

Durante la gravidanza, però, il discorso è diverso: ammoniaca in primis, queste sostanze penetrano nell’organismo se vengono a contatto con il cuoio capelluto e potrebbero causare qualche scompenso al feto.

Gravidanza: Tinta o Non Tinta?

Le tinte in gravidanza sono sconsigliate, perché le sostanze presential loro interno potrebbero penetrare nell’organismo della madre tramite il cuoio capelluto ed arrivare fino al feto, diventando potenzialmente nocive.

I primi tre mesi di gravidanza sono i più delicati per la formazione del feto ed è essenziale evitare di venire a contatto con le sostanze chimiche contenute nelle tinte per capelli, sia per quanto riguarda colorazioni complete che mechès e colpi di sole: no alle tinte durante i primi 90 giorni di gravidanza.

In seguito è possibile fare diverse scelte, se proprio non si può fare a meno di colorare i capelli: l’ideale sarebbe utilizzare l’henné, oppure optare per mechès e colpi di sole, che interessano le lunghezze e non la cute – possibilmente assicurandosi che non contengano ammoniaca. L’importante è non far entrare in contatto le tinture chimiche con la cute e con la pelle, per nessun motivo. Lo stesso vale dopo il parto, per tutto il periodo dell’allattamento. 

Ricapitolando… 


Cosa Evitare in Gravidanza

– NO alle tinte chimiche durante tutto l’arco della gravidanza, fino alla fine dell’allattamento

– NO a qualsiasi colorazione durante i primi 3 mesi della gravidanza

– NO ai prodotti contenenti ammoniaca e resorcina

 

Cosa è Permesso in Gravidanza

– SI all’henné dopo il primo trimestre

– SI ai colpi di sole e alle mechès dopo il primo trimestre

– SI ai prodotti naturali che non entrano in contatto con il cuoio capelluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca
Categorie
Gallerie








Copyright © 2007-2019 Dieta&Bellezza. All Rights Reserved.