Fare la Piega: i Segreti del Brushing per Capelli da Favola

Che cosa si intende per brushing? Il brushing è il lavoro di spazzola e phon che si fa per mettere in piega i capelli e asciugarli dopo averli lavati, ma rientrano nel brushing anche le azioni che si svolgono al termine del lavaggio come la tamponatura dei capelli con una salvietta o l’applicazione di prodotti per lo styling dei capelli.

Per un brushing a regola d’arte spesso il parrucchiere è la scelta migliore, grazie alle sue abili mani e ai suoi trucchi del mestiere, ma si può imparare fare un’ottima piega a casa, utilizzando i propri prodotti. La domanda è: come è possibile ottenere una messa in piega perfetta anche nel nostro bagno? È molto semplice: bastano alcuni accorgimenti mirati e un poco di tecnica, e il gioco è fatto.

Dopo aver lavato i capelli è importante strizzarli bene con le mani in modo da eliminare l’acqua in eccesso. Poi prendi una salvietta, preferibilmente tiepida, e tampona leggermente i capelli, senza frizionare eccessivamente per non spezzarli. In seguito potrai lasciare la salvietta sul capo per qualche minuto, nella classica forma a turbante: in questo modo l’umidità viene assorbita e i capelli si rovinano di meno sotto l’aria calda del phon.

Ma parliamo proprio di lui, dell’asciugacapelli: l’acquisto di un buon phon è fondamentale per un brushing perfetto. Il phon deve essere minimo da 1800 Watt, dotato di ioni per non elettrizzare i capelli e con almeno due velocità e tre temperature.

La temperatura ideale per non rovinare il capello è la media, mentre alla fine della messa in piega è sempre bene utilizzare il getto fredo per fissare la piega e rendere lucidi i capelli. L’asciugacapelli va tenuto perpendicolare alla spazzola e ad almeno 10 cm di distanza.

E ora passiamo alla pratica della messa in piega con il phon. Innanzitutto passa un pettine di legno a denti larghi sulla chioma, eliminando tutti i nodi. Poi collega il phon alla presa elettrica e impugna la spazzola tonda, se vuoi ottenere capelli lisci o leggermente mossi.

L’utilizzo della spazzola tonda, preferibilmente rivestita in ceramica perché scivola meglio fra i capelli e trattiene il calore del phon, va eseguito in un determinato modo: bisogna infatti eseguire un movimento regolare che va dall’alto in basso.

Per i capelli ricci si può invece utilizzare un diffusore dopo aver modellato i ricci con le mani e con l’aiuto di una spuma modellante. E che dire dei capelli corti? I beccucci, disposti strategicamente, possono essere utili per ottenere un’acconciatura sparata senza bisogno di mettere il gel.

2 comments

  1. Lap ha detto:

    Great blog and this information is very useful to everyone.and Best Hair thanks.

  2. gianna ha detto:

    Grazie per i consigli, metterò in patica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca
Categorie
Gallerie








Copyright © 2007-2019 Dieta&Bellezza. All Rights Reserved.